MENU

Stemma del comune

Comune di Campagnola Cremasca

Ambiente e raccolta differenziata

Il servizio di igiene urbana è affidato a Linea Gestioni, che gestisce anche il trasporto e lo smaltimento dei rifiuti.

Per i servizi di igiene ambientale, il ciclo operativo dell'azienda si fonda sul sistema della raccolta differenziata (privilegiando il recupero di materiali e di energia rispetto allo smaltimento in discarica) riducendo così gli sprechi di risorse; la media percentuale di rifiuti destinati al recupero nei territori serviti ha raggiunto il 74%.

Calendario della raccolta differenziata

Il grillo, simbolo della raccolta differenziata nel cremasco

Vai alla pagina del calendario

Centri di raccolta comunali e sovracomunali

I rifiuti che, per dimensione o tipologia, non vengono ritirati con il servizio di raccolta porta a porta, devono essere conferiti dai cittadini presso i centri di raccolta comunali o sovra comunali.

I centri di raccolta sono aree attrezzate per lo stoccaggio temporaneo di rifiuti quali per esempio: rifiuti ingombranti (materassi,  mobili, giocattoli, cassette per la frutta, ecc...), Raee (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, come computer, televisioni, lavatrici, frigoriferi, telecomandi, lettori dvd ecc...), ferro, legno, verde, batterie, oli esausti,  pile, farmaci scaduti.

Come conferire i rifiuti di grosse dimensioni alle piattaforme consortili

Un furgoneAlle utenze domestiche che devono conferire in piattaforma i rifiuti che, perdimensione o tipologia, non possono essere trasportati con una automobile, è consentito l'accesso in piattaforma previa prenotazione telefonica.

Per ottenere l'autorizzazione all'accesso in piattaforma, è necessario chiamare Linea Gestioni al numero verde gratuito 800.904858 almeno due giorni lavorativi prima del giorno del conferimento per consentirne l'organizzazione.

Questa possibilità vale esclusivamente per il conferimento delle seguenti tipologie di rifiuti (che, si ribadisce, devono essere di provenienza domestica):

  • Ingombranti: materassi, mobili, giocattoli di grandi dimensioni.
  • RAEE per i quali non è possibile attivare il sistema dell' "uno contro uno" (vedi sotto): frigoriferi, lavatrici, computer, ecc...
  • Scarti vegetali: sfalci d'erba e ramaglie.
Attenzione!
I Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

ElettrodomesticiLa legge italiana prevede che i RAEE - cioè i Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche come computer, frigoriferi, lavatrici ed elettrodomestici in generale - devono essere smaltiti in base al cosiddetto sistema di ritiro uno contro uno. Ciò significa che al momento della vendita di una nuova apparecchiatura elettrica ed elettronica, il venditore deve assicurare il ritiro gratuito della vecchia apparecchiatura del cliente. Pertanto, qualora un cittadino acquisti un nuovo elettrodomestico e abbia l'esigenza di buttare quello vecchio, il negoziante deve garantirne il ritiro gratuito perché, se in possesso delle prescritte autorizzazioni (ai sensi del DM 8/03/2010 n. 65), può conferire i RAEE di provenienza domestica presso la piattaforma di Castelleone ex Ss 415 km 42 senza onere alcuno.

Gli arredi (mobili, tavoli, letti, armadi, sedie...)

MobiliLe stesse modalità possono essere suggerite anche per gli arredi. In pratica, al momento dell'acquisto di un nuovo arredo, il cittadino può concordare con il venditore, prima di impegnarsi all'acquisto, lo smaltimento dei vecchi arredi. Il venditore deve assicurarne il ritiro gratuito perché, se in possesso delle prescritte autorizzazioni, può conferire gli arredi di provenienza domestica presso le piattaforme di Linea Gestioni (che si trovano a Bagnolo Cr, Castelleone, Crema, Montodine, Offanengo, Pandino, Soncino) senza onere alcuno.

 

 Ultimo aggiornamento: 02/03/2017 11:35:01